Modus Operandi

 

Riflessistudio è un’azienda tutta al f41_2319femminile, giovane e innovativa, che si occupa principalmente di matrimoni. La filosofia nell’affrontare questo grande giorno, esce fuori dagli schemi e mette da parte tecnicismi e tradizionalismi a cui si è legati da anni.La fotografia di Francesca Nicolosi è un mix tra posa e reportage, tra articità quasi pittoresca ed eventi che richiamano emozioni, sentimenti, un raccontare il matrimonio fotografando eventi naturali e realistici con aggiunta di ritratti stilisticamente costruiti. Il matrimonio visto come un viaggio verso sentimenti ed emozioni, tutto questo raccontato attraverso gli occhi sensibili, romantici ed eleganti di una donna.

La cura dei particolari, la luce, la composizione, i consigli, la pianificazione dell’evento, i supporti di consegna e la vena artistica, fanno di Riflessistudio un punto di riferimento in ambito matrimoni. Francesca Nicolosi ha studiato e continua a farlo, con artisti internazionali quali Yervant Zanazanian, Jim Garner, Keda Z. Feng, Cm Leung, Sakis Batzalis, Pedro Cabrera, Two mann, Frank Boutonnet, Jerry Ghionis e Yvan Troyanosky.

 
 
Ha partecipato a diversi contest internazionali classificandosi tra i primi posti, ultimo tra questi, nel 2015 il PWS “Photo Wedding Stories” di Atene, ricevendo ben 10 Award.
 
Le fotografie di Francesca Nicolosi vengono consegnate su diversi supporti, dal supporto digitale al blocco tradizionale, al misto tra l’uno e l’altro, tutto questo in confezioni eleganti e moderne. La luce naturale è cio’ che caratterizza gran parte delle fotografie di Riflessistudio, questo per evitare l’invadenza del fotografo e, cosi, da immortalare i momenti più belli in maniera spontanea.
 
 
 
 
f32_1170
Il lavoro più impegnativo è in fase di postproduzione, Riflessistudio ha uno stile proprio accompagnato da una color-correction personalizzata. Alle fotografie viene accoppiato un video che richiama, esattamente, cio’ che è lo stile fotografico di Riflessistudio: naturale, realistico, emozionale, cinematografico. Due tipologie di video vengono consegnate, uno “corto” (una sorta di cortometraggio, un racconto sintetico e d’impatto emozionale) ed uno “integrale” (un video cronologico montato stilisticamente per ricordare tutti i momenti vissuti).